Concorso per Giudici di pace in arrivo: 400 posti

A breve avverrà anche la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

di Valentina Cervelli 2 dicembre 2017 12:45

Grazie alla firma appena avvenuta il bando di concorso per 400 posti da giudice di pace dovrebbe presto essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Nello specifico si tratta di 300 giudici effettivi e 100 vice procuratori onorari.

Grazie alla riforma della magistratura essi percepiranno un minore contributo ma lavoreranno al massimo per due giorni alla settimana.

Requisiti

Importante da sottolineare: il bando per le nuove assunzioni è stato approvato all’unanimità dal Csm lo scorso 15 novembre e per i posti di lavoro disponibili nel 2018 sono stati stanziati 8,5 milioni di euro. Ecco i requisiti per partecipare al concorso in questione:

  • cittadinanza italiana
  • età compresa tra i 27 e i 60 anni
  • laurea magistrale in Giurisprudenza
  • possesso dei diritti civili e politici
  • assenza di condanne per delitti non colposi o a pena detentiva
  • non essere stati confermati nell’incarico di magistrato onorario.

Coloro che vinceranno dovranno svolgere un tirocinio di 6 mesi in tribunale o in procura che riguarderà tra le altre cose un corso teorico-pratico obbligatorio di una durata minima a 30 ore alla fine dei quali diventeranno ufficialmente magistrati onorari.

Per candidarsi

Per candidarsi a questo concorso sarà necessario presentare la domanda di ammissione esclusivamente tramite l’apposita procedura telematica sul sito del Csm . E’ importante che, nel corso della compilazione della domanda, i candidati indichino la propria area di destinazione tra quelle disponibili che sono: Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Catania, Catanzaro, Firenze, Genova, L’Aquila, Lecce, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trento, Trieste e Venezia.

E ‘ importante, affinché la domanda sia considerata valida, accertarsi di aver inviato anche tutta la documentazione richiesta.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti