I lavori più richiesti in Italia del 2012, ecco quali sono

Stilata una classifica che ci mostra su cosa vertono maggiormente le offerte di lavoro. Il lavoro più richiesto è il venditore.

di Simona Torrettelli 10 novembre 2012 8:59

In un periodo di crisi economica e di incertezza lavorativa, chi possiede un lavoro a tempo indeterminato cerca di tenerselo stretto, chi invece passa da un contratto a termine all’altro cerca di barcamenarsi tra mille lavori, tutti assolutamente dignitosi, ma incapaci di garantire soprattutto ai giovani la tranquillità di affrontare il futuro: sposarsi, allargare la famiglia, ecc.

E’ proprio in questo momento, infatti, che la scelta del proprio futuro diventa di fondamentale importanza, iniziando a pensarci quando si sceglie un indirizzo scolastico, vuoi che sia un diploma tecnico, un liceo o un corso di laurea.

Secondo un’indagine condotta esaminando le offerte di lavoro più frequenti apparse sul portale di lavoro.org, siamo in grado di stilare una sorta di classifica che evidenzierà quali sono i profili professionali più richiesti.

CLASSIFICA:

1- VENDITORI: L’abilità nella vendita viene ricercata in oltre 5mila annunci. Le aree di vendita sono le più disparate: tabacchi, assicurazioni, elettrodomestici, elettromedicali, ecc.

2- INFORMATICI: Un mondo in continua evoluzione che ricerca con sempre più frequenza: programmatori, sistemisti, grafici, web master, consulenti ed altro ancora.

3- INGEGNERI: Anche qui la ricerca comprende la totalità delle specializzazioni, dall’edilizia alle Telecomunicazioni, ecc.

4- METALMECCANICI: Tra tutte le figure professionali più ricercate sono gli Assemblatori, i carpentieri, i montatori, operai generici, collaudatori e manutentori in genere.

5-  ADDETTI ALLA VENDITA

6-  AREA MANAGER

7-  ELETTRICISTI

8-  MAGAZZINIERI

9-  COMMESSI

10- CAMERIERI

Le categorie meno ricercate: controller, capi reparto, parrucchieri, insegnanti, avvocati, custode care, receptionist e cuochi. Eseguendo la stessa analisi e prendendo in considerazione le offerte di lavoro per categorie generiche, osserviamo che le prime posizioni sono per il lavoro commerciale, agenti procacciatori, informatica e amministrazione. Il fanalino di coda, invece, è riservato all’architettura, immobiliare, ricerca e sviluppo, telelavoro e badanti e colf, che chiude la classifica con solo 3 richieste nel periodo di maggiore richiesta.

Prendiamo adesso in considerazione la dislocazione del lavoro sul territorio nazionale è notiamo che, oltre ad essere concentrato soprattutto al nord, le maggiori richieste di lavoro provengono da:

1- MILANO, che da sola offre 4000 offerte, esattamente il doppio della capitale;

2- TORINO E BOLZANO, che offrono ciascuna 1300 offerte di lavoro;

3- BOLOGNA, con 1200 offerte di lavoro;

4- MODENA, con 1100 offerte di lavoro;

5- BERGAMO, con 1000 offerte di lavoro.

Anche per quanto riguarda le città ci sono quelle che sono in una situazione critica per quanto riguarda l’offerta di lavoro: Pavia, Bari, Pesaro, Lucca e Arezzo offrono ciascuna poco più di 200 offerte di lavoro.

Quasi assente, invece, l’offerta lavorativa in queste città: Palermo, Messina, Catania, Reggio Calabria e Cosenza.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti