Ministero della Giustizia, Bando di Concorso per 500 notai

I requisiti da possedere, le modalità per fare domanda e la scadenza.

di piero81 10 maggio 2016 22:08

Il Ministero della Giustizia ha pubblicato il nuovo bando di concorso 500 posti da notaio. Al fine di essere ammessi al concorso, gli aspiranti non devono aver compiuto i cinquanta anni di età. E’ inoltre obbligatorio, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, che gli aspiranti non siano stati dichiarati non idonei in tre precedenti concorsi per esami a posti di notaio.

notariato
Tutti i requisiti per partecipare al Bando di Concorso pubblicato dal Ministero della Giustizia sono dettagliati in maniera minuziosa nelle pagine del bando stesso.

Ministero della Giustizia, Bando di Concorso per 500 notai: le prove di esame

I candidati ammessi a selezione dovranno sostenere due prove d’esame, che andiamo di seguito a descrivere.

Ministero della Giustizia, Bando di Concorso per 500 notai: l’esame scritto

Tre distinte prove teorico-pratiche, riguardanti un atto di ultima volontà e due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale. In ciascun tema sono richiesti la compilazione dell’atto e lo svolgimento dei principi attinenti agli istituti giuridici relativi all’atto stesso.

Ministero della Giustizia, Bando di Concorso per 500 notai: l’esame orale

Prevede distinte prove sui seguenti gruppi di materie: diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione, con particolare riguardo agli istituti giuridici in rapporto ai quali si esplica l’ufficio di notaio; disposizioni sull’ordinamento del notariato e degli archivi notarili; disposizioni concernenti i tributi sugli affari.
Il diario delle prove d’esame verrà pubblicato il giorno 19 luglio 2016.

Domanda e scadenza

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata o spedita tramite raccomandata con ricevuta di ritorno al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente in relazione al luogo di residenza dell’aspirante, previa compilazione della domanda telematica disponibile sul sito internet del Ministero della Giustizia, entro il 26 maggio 2016.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti