Infermiere militare, come diventarlo

di Valentina Cervelli 11 Ottobre 2023 17:15

Come diventare infermiere militare? Quali passi dobbiamo intraprendere se vogliamo mettere la nostra professionalità di questo tipo a servizio nella patria?

Come nasce l’infermiere militare

Questa professione tradizionalmente conta su una storia molto antica. Parliamo infatti di un lavoro che nasce ufficialmente il 16 settembre del 1848.  È quella la data nella quale nasce la prima compagnia di infermieri militari all’interno del Servizio di Sanità del Regno di Sardegna.

Ovviamente siamo coscienti che quando decidiamo di diventare un infermiere militare ci troveremo ad applicare le stesse procedure di un qualsiasi pari grado civile ma in un contesto differente. Il ruolo dei primi operatori sanitari di questa tipologia si è evoluto man mano negli anni, dando vita a delle squadriglie di soccorso che poi ispirarono la nascita del corpo militare della Croce rossa.

Quando parliamo di infermieri militari parliamo di professionisti che posseggono una specifica uniforme e sono organizzati in gerarchie molto simili a quelle dell’esercito. Per diventare infermieri militari vi sono due percorsi da seguire in Italia. Il primo è quello di arruolarsi all’interno delle forze armate o attraverso un concorso pubblico per diventare direttamente Maresciallo di sanità o intraprendendo il relativo percorso di studi diventando allievi Marescialli di sanità. Questo dopo il primo anno passato alla scuola Sottufficiali dell’Esercito.

In alternativa ci si può arruolare volontariamente all’interno dei corpi ausiliari delle forze armate. Nel caso si voglia partecipare al concorso che dia accesso diretto è necessario essere già in possesso di una laurea in infermieristica. Questa possibilità è data a rappresentanti di entrambi i sessi con età minore o uguale a 32 anni che soddisfino i requisiti richiesti dal concorso.

Necessaria idoneità psicofisica

Questo significa che bisogna possedere una idoneità psicofisica e attitudinale e una preparazione fisica in grado di rendere possibile l’intervento nel corso di particolari situazioni di emergenza. Se si vuole diventare un infermiere militare bisogna quindi non solo passare i test di cultura generale e attitudinali ma anche quelli di efficienza fisica.

È importante comprendere che si tratta di un lavoro retribuito anche in base al grado militare di appartenenza e alle missioni alle quali si viene destinati. Di solito viene condotta la propria professione da civile fino a che non si viene richiamati su base volontaria in servizio.

A meno che, ovviamente, non si sceglie la strada rappresentata dalla carriera militare e di conseguenza si agisce in base alla stessa e al distaccamento previsto. Decidere di diventare un infermiere militare, lo ripetiamo, presuppone una preparazione fisica e psicologica importante.

Commenti
  • Cos’è un Real-Time Operating System (RTOS) e Come Funziona?
    Il digitale è ciò che sta facendo evolvere il mondo e l’umanità. È l’attuale rivoluzione, che sicuramente segnerà la storia e porterà a vivere in un contesto sempre più tecnologico ed efficiente. Tali strumenti sono considerati essenziali, ad oggi, soprattutto per la loro precisione e affidabilità, e in questo contesto i Real-Time Operating Systems (RTOS) […]
  • Moda, occupazione in crisi?
    L’occupazione nel mondo della moda è in crisi? La risposta è positiva. Soprattutto per quel che concerne i grandi brand dove negli ultimi mesi sono occorsi diversi licenziamenti per poter rientrare in regime. Crisi occupazionale nel settore della moda In un momento in cui Federmoda fa sapere che l’aver scelto una data unica per i […]
  • Ita, via libera a fusione con Lufthansa
    Ita ottiene finalmente il via libera dall’Unione Europea per la sua fusione con Lufthansa. Una situazione che sembrava essere in pericolo nei mesi scorsi si è risolta positivamente, concedendo la possibilità di chiusura dell’accordo tra le parti. Cosa succede ora con Ita Come già si sa Ita Airways cederà il suo 41%, per il momento, […]