Ita-Lufthansa, verdetto il 13 giugno

di Valentina Cervelli 29 Aprile 2024 16:50

Ita-Lufthansa: la Commissione Europea rimanda al 13 giugno la decisione in merito all’accordo tra i due vettori europei. La precedente deadline viene quindi spostata di qualche giorno.

Deadline rimandata di qualche giorno

Bisognerà aspettare ancora un poco per capire se il matrimonio tra Ita e Lufthansa s’ha da fare oppure no. Quel che è certo è che le due compagnie aeree stanno pianificando il possibile per far sì che l’accordo possa andare a buon fine. Cercando di mantenere intoccati tutti gli equilibri stabiliti finora. Anche se Ita Airways e il vettore tedesco sembrano aver deciso di sacrificare qualcosa per ottenere il via libera.

Il Corriere della Sera, citando delle fonti comunitarie, sostiene che sarebbero intenzionate a sacrificare almeno 11 coppie di slot al giorno presenti a Milano Linate. Si parla quindi in totale di 22 voli. Non è una novità che le richieste dell’Antitrust europeo siano di una certa rilevanza e che, al netto di un po’ di nervosismo, sia Lufthansa che il vettore italiano vogliono concludere l’operazione.

E per fare ciò, dobbiamo ricordarlo, manca solo il via libera della Commissione Europea. Non dobbiamo dimenticare che proprio Linate è uno dei problemi dell’intera questione. Secondo l’Antitrust europeo l’unione di Ita Airways e Lufthansa danneggerebbe la concorrenza. Specialmente in quello scalo.

Ragione per la quale un’eventuale risoluzione delle criticità legate al Linate porterebbe i due vettori a fare passi in avanti verso il via libera europeo. Non dobbiamo inoltre dimenticare che rappresentano un problema, sempre sulla stessa linea, anche le rotte intercontinentali e di breve raggio.

Si sussurra che a occupare gli slot liberati dalle due compagnie dovrebbe essere easyJet.

Ita e Lufthansa in trattativa con easyJet?

alitalia e l'interesse di lufthansa

Insomma, in questi ulteriori 5 giorni lavorativi l’Italia e la Germania devono trovare o per meglio dire perfezionare la loro offerta. La cessione delle 11 coppie di slot al giorno di Linate fanno parte di tutta una serie di rimedi richiesti dalla Commissione Europea.

E proprio parlando di easyjet sopra citata, Lufthansa e Ita Airways sarebbero proprio in trattativa con la compagnia. Proprio per far sì che tutto vada liscio e possa essere possibile ottenere l’autorizzazione alla “fusione” da parte dell’Europa.

Dobbiamo sottolineare che al momento né la Commissione Europea, né Lufthansa nonché il Mef e Ita Airways stanno commettendo le suddette indiscrezioni. Anche la stessa easyJet preferisce lasciar correre quelle che al momento sono solo delle speculazioni.

I due vettori hanno già inviato l’11 aprile un pacchetto di soluzioni alla commissaria Margrethe Vestager. I suoi uffici hanno però richiesto alcune integrazioni ed è proprio per tale ragione che si è deciso di dare 5 giorni in più prima del verdetto.

Tags: ita
Commenti
  • Nvidia supera Microsoft e Apple, vale di più
    Nvidia supera Microsoft e Apple in quanto a valore assoluto. Un sorpasso che non ci aspettavamo. O forse sì, se pensiamo agli ultimi mesi del colosso di produzione microchip. La crescita incredibile di Nvidia Il suo valore è attualmente pari a 3.332 miliardi di dollari, dopo un mese nel quale questo è cresciuto di circa […]
  • Stellantis sospende gigafactory a Termoli
    Stellantis sospende il progetto della gigafactory a Termoli. Ci stupisce? Più che altro lo temevamo dopo gli ultimi mesi di stallo nell’intero comparto. Sindacati duri con Stellantis A darne notizia sono i sindacati dopo che la joint venture tra Stellantis, Mercedes e Total conosciuta anche sotto il nome di Automotive Cells Company, ha fatto sapere […]
  • Lufthansa, ancora un’offerta all’Ue per Ita
    Lufthansa non demorde ancora. O almeno cerca di non farlo presentando l’ennesima offerta all’Antitrust europeo per l’acquisizione di Ita Airways. Ancora un tentativo di Lufthansa La scadenza di luglio si fa sempre più vicina e sono in diversi a pensare che possa trattarsi dell’ultima spiaggia, per Lufthansa e il vettore italiano, di riuscire a convincere […]