Ita Airways cerca partner: ecco i pretendenti

Lufthansa sarebbe in prima linea per diventare partner del vettore italiano.

di Valentina Cervelli 17 Gennaio 2022 10:51
Spread the love

Ita Airways è alla ricerca di un partner commerciale: i primi due mesi e mezzo di attività non sono stati molto soddisfacenti se comparati alle aspettative segnate nel proprio piano industriale e questo ovviamente funziona come un ulteriore stimolo a lavorare sulle trattative necessarie in tal senso.

Auspicabile partnership entro giugno

È importante dire che sembrano essere diverse le compagnie interessate a partecipare nel nuovo vettore italiano al momento al 100% in mano allo Stato. Indiscrezioni giornalistiche vogliono il presidente Alfredo Altavilla intenzionato a trovare un partner per la sua Ita Airways entro il prossimo giugno al fine di rendere la compagnia in grado di competere con la sua concorrenza, soprattutto in un contesto come quello attuale dove la pandemia di coronavirus continua a rappresentare un vero e proprio problema con il calo dei viaggi dettato dall’aumento dei contagi.

Teoricamente il piano di partnership dovrebbe prevedere l’entrata dell’eventuale gruppo interessato nel capitale del vettore: questo è un punto però che dovrà essere dibattuto caso per caso dato che non è detto che si tratti di qualcosa che potrebbe avvenire nell’immediato. Ma quali sono i vettori attualmente interessati a Ita Airways? Scopriamolo insieme facendo un riassunto delle indiscrezioni presenti nel settore.

Le compagnie interessate a Ita Airways

lufthansa scopre le carte con alitalia

Lufthansa appare essere il gruppo che i vari analisti accreditano come il più probabile a vincere potenzialmente questa gara alla partnership: è risaputo che anche di recente i tedeschi abbiano manifestato interesse. E basta confrontare le richieste passate dei teutonici e confrontarle con i numeri attuali di Ita Airways per rendersi conto che la compagnia italiana è al momento a misura di Lufthansa: 52 aerei che dovrebbero salire a 78 entro l’anno, i tagli alle retribuzioni e lo snellimento degli addetti, anche tenendo conto delle potenziali nuove assunzioni sono tutti elementi nelle corde della compagnia tedesca. Lufthansa ha dalla sua anche la capacità di salvare le compagnie in difficoltà e farle diventare parte del suo gruppo portandole alla crescita.

Anche Air France sarebbe interessata in concomitanza con Delta Airlines: l’asse franco americano potrebbe aprire nuovi sviluppi sul lungo raggio soprattutto verso oltreoceano se gli statunitensi fossero pronti a investire entrando nel capitale e di conseguenza integrando i voli diretti Italia-Stati Uniti. Bisogna ricordare che nel 2019 Delta era pronta ad acquisire da sola il 10% nella newco Alitalia quando la discussione era in mano a Ferrovie dello Stato.

Negli ultimi giorni sarebbe arrivato anche l’interesse di British Airways e della holding Iag: insomma, i colloqui sembrano esser aperti in ogni direzione. Sarà curioso vedere chi riuscirà a spuntarla sul lungo periodo.

Tags: ita
Commenti