Guardia di Finanza, concorso per 830 allievi marescialli

Il concorso è dedicato sia ai semplici cittadini che a finanzieri di più basso grado.

di Valentina Cervelli 13 marzo 2019 11:20

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha pubblicato il concorso 2019 per Allievi Marescialli, finalizzato all’inserimento di 830 giovani all’91° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della GDF. Il termine per la presentazione delle domande scade il prossimo 12 aprile.

Requisiti

Per candidarsi al concoso per allievi marescialli della Guardia di Finanza è necessario possedere i seguenti requisiti:

Sovrintendenti, appuntati e finanzieri, allievi finanzieri e ufficiali di complemento del Corpo della Guardia di Finanza

  • età inferiore ai 35 anni
  • se in servizio permanente, non siano stati dichiarati non idonei all’avanzamento al grado superiore, o se dichiarati non idonei al grado superiore, abbiano successivamente conseguito un giudizio di idoneità e siano trascorsi almeno due anni dalla dichiarazione di non idoneità
  • non hanno demeritato durante il servizio prestato
  • nell’ultimo biennio non sono stati giudicati inidonei all’avanzamento di grado
  • non risultino imputati in un procedimento penale per delitto non colposo
  • non siano sottoposti a un procedimento disciplinare di corpo ai sensi dell’articolo 17 delle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale (decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271)
  • non siano sospesi dal servizio o dall’impiego o in aspettativa
  • non siano già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, o da corsi equipollenti, della Guardia di Finanza.

Cittadini italiani

  • hanno un’età compresa tra i 17 e i 26 anni
  • hanno, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori
  • godano dei diritti civili e politici
  • non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inattitudine al volo o alla navigazione
  • non sono stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza o hanno rinunciato a tale status, ai sensi dell’articolo 636, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66
  • non sono stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia
  • non sono imputati, non sono stati condannati né abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo 444 c.p.p.
  • sono in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria
  • non sono già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, o da corsi equipollenti, della Guardia di Finanza.

Maggiori informazioni sui requisiti e sulla suddivisione dei posti, nonché modalità e materie degli esami da superare sono contenute all’interno del bando di concorso. La selezione avverrà attraverso la valutazione dei titoli, il superamento di una prova di efficienza fisica, composizione italiana, una prova preliminare di scrematura ed accertamento dell’idoneità attitudinale e psicofisica.

Per candidarsi

Per candidarsi al concorso indetto dalla Guardia di Finanza è necessario utilizzare esclusivamente la procedura online dedicata.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti