Comune Termoli, concorso educatore professionale

La risorsa verrà inserita nel personale attraverso un contratto a tempo indeterminato.

di Valentina Cervelli 7 settembre 2018 12:16

Il Comune di Termoli è alla ricerca di un educatore professionale da inserire nel suo organico: motivo per il quale è stato indetto un concorso pubblico che porterà all’assunzione  a tempo pieno ed indeterminato in categoria D posizione economica D1.

Il bando di concorso scadrà il prossimo 30 settembre: vediamo insieme cosa c’è da sapere e cosa bisogna fare per partecipare.

Requisiti

Per partecipare al concorso indetto dal Comune di Termoli per l’assunzione di un educatore professionale è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea
  • età non inferiore agli anni 18 compiuti
  • non essere esclusi dall’elettorato politico attivo
  • godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza
  • non essere stati destituiti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione
  • non aver subito condanne per uno dei reati che comportino la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici
  • uffici, salvo l’avvenuta riabilitazione;
  • essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva
  • idoneità psico-fisica incondizionata alle specifiche mansioni
  • possesso di Laurea Specialistica in studi ad indirizzo umanistico, sociologico, pedagogico.

E’ prevista una prova preselettiva in caso il numero di domande sia superiore a 50, una prova scritta ed una orale in modalità e materie indicate dal bando di concorso.

Per partecipare

Per candidarsi al concorso per educatori professionali del Comune di Termoli è necessario inviare la domanda redatta come indicato nel bando di concorso dedicato secondo le seguenti modalità:

  • a mezzo del servizio postale mediante raccomandata con avviso di ricevimento
  • a mano direttamente all’Ufficio Protocollo dell’Ente
  • a mezzo pec all’indirizzo: [email protected]

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: educatori
Commenti