Concorso Allievi Marescialli 2018, i requisiti

L'accesso è previsto anche per coloro che sono in congedo dalle Armi indicate

di Valentina Cervelli 21 febbraio 2018 12:17

Il Ministero della Difesa ha indetto nuovi concorsi per il reclutamento di 256 Allievi Marescialli delle Forze Armate dell’Esercito, Marina Militare e Aeronautica Militare. Scopriamo cosa c’è da sapere su questi bandi per titoli ed esami.

Per prima cosa la data di scadenza per presentare la domanda: essa è stata fissata per il prossimo 22 marzo 2018.data ultima utile per l’invio delle candidature. Vediamo quindi chi può accedere ai concorsi e come inviare le domande di ammissione alle prove di selezione.

Requisiti

Ecco quali sono i requisiti generali da possedere per candidarsi ad ogni concorso allievi marescialli:

  • cittadinanza italiana
  • aver conseguito al termine dell’anno scolastico 2017-2018 un diploma di maturità dalla durata quinquennale o quadriennale integrato dal corso annuale previsto per l’ammissione ai corsi universitari
  • godimento dei diritti civili e politici
  • aver compiuto il 17° anno di età e non aver superato il giorno di compimento del 26° anno di età
  • idoneità psico-fisica e attitudinale al servizio militare incondizionato
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inidoneità psico-fisica
  • non essere stati condannati per delitti non colposi
  • non essere sottoposti a misure di prevenzione
  • condotta incensurabile
  • esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool, per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Prove

Le prove cambieranno a seconda del bando di riferimento. Sono comunque previste prove di cultura generale, verifica della conoscenza della lingua inglese, valutazione dei titoli, prove attitudinali e psicofisiche.

Per candidarsi

Per candidarsi ai bandi di concorso lanciati dal Ministero della Giustizia è obbligatorio inviare le domande di partecipazione attraverso la procedura dedicata sul sito dedicato ai concorsi.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti